W
NW
N
N
NE
W
the Degree Confluence Project
E
SW
S
S
SE
E

Italy : Sardegna

25.1 km (15.6 miles) SW of Capo Sandalo (Cape), Ìsola di San Pietro, Sardegna, Italy
Approx. altitude: 0 m (0 ft)
([?] maps: Google MapQuest Multimap world confnav)
Antipode: 39°S 172°W

Accuracy: 11 m (36 ft)
Click on any of the images for the full-sized picture.

#2: GPS #3: View to SE towards Capo Teulada #4: The confluence area on the electronic sea chart #5: Isola di San Pietro seen from the confluence

  { Main | Search | Countries | Information | Member Page | Random }

  39°N 8°E  

#1: Isola di Sant'Antioco see from the confluence

(visited by Captain Peter and Leon Leprozo)

Versione Italiana

English narrative

28-Feb-2004 -- The potatoes for Tunisia are now discharged and we left the port of La Goulette with the order "direction Gibraltar". In order to avoid heavy pitching with our empty ship in strong W-ly gale I decided first to steer a weather permitting course towards Sardinia, and we arrived at 39N 8E exactly at sunrise, from where we had first a look towards SE in direction to Capo Teulada, the southernmost tip of Sardinia.

Looking to East we see Isola di Sant'Antioco, which is generally hilly and has numerous tracts of cultivated land. As we can see on the chart, Isola di Sant'Antioco is not really an 'island, but connected to Sardinia by a narrow isthmus North of the Golfo di Palmas. The highest hill on the Island is Monte Perdas de Fogu, rising to an elevation of 271 m (755 ft).

The other larger island - in fact even the slightly closer one to the confluence, but unfortunately almost obscured by rainshowers, is Isola di San Pietro. Isola di San Pietro is hilly and rugged, and only partially cultivated. In the South part there are some spaces where corn, vines and olives and fig trees flourish. Monte Guardia dei Mori is the highest elevation, attaining 211 m (692 ft).

Sardinia's history is one of colonization and exploitation by a succession of European powers. The list of invaders is long and includes the Cartheginians, Romans, Vandals, Goths, Saracens, Pisans, Aragonese and Spanish. However, the mountian region of the central part of the island was never really conquered, and the shepherd villages still today remain outside the law to quite an extent, - continuing their customs of banditry, vendetta and livestock theft.

Since 1870 Sardinia has formed a part of the Kingdom of Italy. In WWII the island was occupied by a large German garrison, which in 1943 was expelled by Italian and Allied forces. In 1948 Sardinia, due to its particularities, in many respects differing from the Italian ones, became an autonomous region of Italy.

Italian is of course the official language, but the Sard language is a separate one. It is spoken by the whole population and for us "continental" Italians impossible to understand.

Sardinia is one of the principal mining districts of Italy. Lead, zinc, iron and copper are found in the South part of the island. Tourism is a constantly growing industry. Prices for real estate, compared with these on mainland Italy, have become quite high.

Versione Italiana

28-02-2004 -- Abbiamo finalmente sbarcato le patate in Tunisia e partimmo dal porto di La Goulette con l'ordine "direzione Gibilterra". La nostra nave adesso è vuota e solo in zavorra. Per evitare un beccheggio eccessivo in un Libeccio fortissimo mi sono deciso di governare una rotta verso la Sardegna, ed arrivammo in 39N 8E precisamente al levar del Sole, da dove guardammo prima verso SE in direzione Capo Teulada, la punta più meridionale della Sardegna.

Guardando verso Est vediamo l'Isola di Sant'Antioco, essendo generalmente collinosa ma con parecchi posti di terra coltivata. Come vediamo sulla carta nautica, Isola di Sant'Antioco non è proprio un'isola, ma connessa colla Sardegna tramite un istmo stretto al Nord del Golfo di Palmas. L'elevazione più alta dell'isola è Monte Perdas de Fogu con m 271.

L'altra isola maggiore - in effetti un po' più vicina della confluence, ma sfortunatamente occultata da piovaschi - è l'Isola di San Pietro. L'Isola di San Pietro è lo stesso collinosa e solo parzialmente coltivata. Al Sud ne ci sono qualche posti in cui crescono il grano, le viti, gli olivi ed i fichi. Monte Guardia dei Mori è l'alevazione più alta con m 211.

La storia della Sardegna è una di colonizzazione e di sfruttamento per una sequenza ininterotta di poteri europei. L'elenco degli intrusi è lungo ed include i Cartaginesi, i Romani, i Vandali, i Goti, i Saraceni, i Pisani, gli Aragonesi e gli Spagnoli. Comunque, la zona montuosa nella parte centrale dell'isola non è mai stata conquistata perfettamente, ed i paesi dei pecorari fino ad oggi sono rimasti un po' fuorilegge - continuando i loro costumi di banditismo, vendetta e furto di bestiame.

Dal 1870 la Sardegna fa parte dell Regno d'Italia. Durante la seconda guerra mondiale l'isola è stata occupata da una grande guarnigione tedesca, espulsa in seguito nel 1943 dalle forze italiane con i suoi alleati. Nel 1948 la Sardegna divenne una regione autonoma.

L'industria mineraria della Sardegna è tra le più importanti in Italia. Nel Sud dell'isola si trovano il piombo, lo zinco, il ferro ed il rame. Certo anche il turismo è un'indsutria sempre in forte attivo (basta conoscere i prezzi là per gli immobili!)


Information about the Islands of Sardinia, Sant'Antioco and San Pietro obtained partly from Nautical Publication Nr. 46, Mediterranean Pilot, Vol II, 10th ed. 1978 and Supplement Nr. 10, 1998, British Admiralty, Hydrographer of the Navy, Ministry of Defense, Taunton, England)


 All pictures
#1: Isola di Sant'Antioco see from the confluence
#2: GPS
#3: View to SE towards Capo Teulada
#4: The confluence area on the electronic sea chart
#5: Isola di San Pietro seen from the confluence
ALL: All pictures on one page (broadband access recommended)
  Notes
In the sea, but with a view of land